Web Design, SEO & Social Media Marketing

Smart Home e Domotica: Migliorare la Propria Casa

Si può rendere la propria casa una Smart Home, grazie ad una domotica ormai giunta a livelli molto interessanti che può portare indubbi vantaggi in termini di risparmio e sicurezza alle nostre abitazioni. Oggi il concetto di Smart Home risulta fortemente diffuso. Tutto questo grazie al fatto che molto dispositivi che rendono le nostre case sempre più smart sono ora alla portata di tutti. Quindi utilizzando proprio questi dispositivi possiamo già dire di possedere una Smart Home.

Di conseguenza possiamo parlare di Smart Home come di un insieme di dispositivi dedicati al controllo di impianti o elettrodomestici collegati alla rete domestica. Tutti gestibili in loco o da remoto, tramite smartphone.

Smart Home

Quali possono essere i vantaggi della domotica

Il progetto di una Smart Home prevede che ogni elemento venga misurato sia sulle esigenze di chi la abita che sulle abitudini degli occupanti. I vantaggi che possono derivare sono quindi molteplici. Non si può non citare infatti il risparmio energetico. Difatti quello di ottimizzare i consumi è uno dei vantaggi più comuni che la Smart Home può mettere in atto. Volendo fare un esempio, se si prendono in considerazione i sensori in grado di rilevare la temperatura delle abitazioni, questi sono capaci di regolare automaticamente la temperatura in modo da ridurre i costi di gestione derivanti. Inoltre il riscaldamento e il raffrescamento (oltre che l’impianto di illuminazione) si possono gestire anche da remoto tramite smartphone, aumentando il comfort quando si è lontani da casa e si rientra.

La domotica ha permesso di realizzare grandi passi avanti nella sicurezza domestica permettendo di effettuare ad esempio chiamate di emergenza se dovessero presentarsi situazioni particolari. Ma si può intervenire anche sulle tapparelle e sulle serrature. Tuttavia qualche svantaggio si può anche prefigurare visto che ogni sistema non è mai completamente lontano da possibili difetti. Poiché la domotica della Smart Home utilizza sia la corrente elettrica ma soprattutto la rete internet, potrebbe essere interessata sia da virus che da possibili blackout che andrebbero ad interrompere momentaneamente il corretto funzionamento dei dispositivi.

Cosa prevede la Smart Home

Il progetto di una Smart Home prevede che innanzitutto sia presente in casa una rete internet dotata di Wi-Fi in modo da collegare rapidamente tutti i dispositivi utili alla domotica. Da non escludere nemmeno la presa elettrica intelligente (Smart Plug) che permette di collegare in rete tutti i dispositivi elettrici a cominciare da luci, elettrodomestici vari e anche serrature. In questo modo si può intervenire da remoto anche su questi elementi. Infine ogni elemento è connesso ad un’unità centrale.

Ma alcuni degli elementi più rappresentativi della Smart Home rimangono sicuramente i vari assistenti vocali. Si tratta di prodotti dotati di Intelligenza Artificiale in grado di soddisfare le varie necessità dell’utente. Chiaramente anche questi vengono connessi alla rete internet della Smart Home. È chiaro però che gli assistenti vocali non sono strettamente vincolati alla buona riuscita di una domotica completa, visto che si può realizzare una Smart Home perfetta anche senza disporre di questi device. La scelta di includerli risulta quindi completamente personale.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.