Web Design, SEO & Social Media Marketing

Cerca
Close this search box.

Sostenibilità nel Web: Mini Guida per Creare un Sito Eco-Friendly

Cari amici lettori, care amiche lettrici, iniziamo questo nuovo anno affrontando un tema molto attuale: parliamo di sostenibilità nel web, ovvero come rendere il vostro sito web più ecologico e sostenibile.

Il cyberspazio, seppur fondamentale per comunicare e innovare, comporta un’impronta ambientale significativa. Conformemente a uno studio della Carbon Trust, ogni ora di navigazione online genera mediamente 0,2 kg di CO2, equivalente a circa 200 giri di lavatrice annui (potete leggere un approfondimento in questo articolo). Tale impatto è intrinsecamente legato al consumo energetico di dispositivi, server e data center che abilitano il funzionamento del web.

Per mitigare l’eco-impatto del mondo digitale, è essenziale adottare le migliori pratiche di web design sostenibile. Queste mirano a realizzare siti web più snelli, rapidi ed efficienti. In questo articolo, vi forniremo consigli pratici per conferire al vostro sito una natura più ecologica e sostenibile, oltre a suggerirti come optare per un hosting green, in sintonia con la sostenibilità nel web.

Sostenibilità nel Web

Ottimizzare le immagini

Le immagini costituiscono uno degli elementi di maggior impatto sul peso e sulla velocità di caricamento di un sito web. Dimensioni e pesi elevati si traducono in tempi di trasmissione e visualizzazione più lunghi, consumando così tempo ed energia. Pertanto, ottimizzare le immagini è essenziale: è possibile ridurne le dimensioni e la qualità senza comprometterne l’aspetto visivo.

Diversi strumenti online, come TinyPNG o Compress JPEG, consentono di comprimere le immagini. In alternativa, l’utilizzo di plugin per WordPress, tra cui Smush o EWWW Image Optimizer, automatizza il processo di ottimizzazione delle immagini caricate sul sito.

Un’ulteriore raccomandazione è l’adozione di formati moderni e efficienti come il WebP, che offre una qualità superiore a JPEG e PNG con dimensioni di file inferiori. La conversione delle immagini in formato WebP può essere effettuata utilizzando strumenti come Squoosh o WebP Converter.

Pulire il codice

Il codice costituisce l’ossatura di un sito web, ma può diventare una fonte di spreco di energia se non è scritto in modo pulito ed efficiente. Un codice sporco, ridondante o obsoleto può rallentare il caricamento del sito web e aumentare il consumo di risorse.

Per evitare questo problema, è bene seguire alcune regole di buona programmazione, come:

  • Utilizzare dei framework e delle librerie leggere e aggiornate, che offrono delle funzionalità utili senza appesantire il codice.
  • Minificare il codice, eliminando gli spazi, i commenti e i caratteri inutili, per ridurne la dimensione e migliorarne la lettura. Potete usare dei tool online come Minify Code o CSS Minifier per comprimere il vostro codice HTML, CSS e JavaScript.
  • Rimuovere i file e i plugin inutilizzati, che possono creare conflitti o vulnerabilità, e aggiornare quelli che usate regolarmente.
  • Utilizzare dei validatori di codice, come W3C Markup Validation Service o W3C CSS Validation Service, per verificare che il vostro codice sia conforme agli standard web e non contenga errori o anomalie.

Ridurre il numero di richieste HTTP

Ogni volta che un utente visita il vostro sito web, il suo browser invia delle richieste HTTP al server per scaricare i vari elementi che compongono la pagina, come immagini, stili, script, font, ecc. Queste richieste richiedono tempo ed energia, e influenzano la performance e (implicitamente) la sostenibilità del vostro sito web.

Per ridurre il numero di richieste HTTP, potete utilizzare alcune tecniche, come:

  • Combinare più file in uno solo, per esempio unendo tutti i fogli di stile CSS o tutti gli script JavaScript in un unico file. Potete usare dei tool online come CSS Compressor o JSCompress per fare questa operazione.
  • Usare lo sprite CSS, che consiste nel creare un’unica immagine che contiene tutte le icone o le immagini usate nel sito web, e poi richiamarle tramite il codice CSS. Questo riduce il numero di richieste HTTP e il peso delle immagini. Potete usare dei tool online come CSS Sprite Generator o SpritePad per creare il vostro sprite CSS.
  • Usare il lazy loading, che consiste nel caricare le immagini o i video solo quando sono visibili all’utente, e non prima. Questo migliora la velocità di caricamento e il consumo di banda. Potete usare dei plugin per WordPress, come Lazy Load o a3 Lazy Load, per attivare il lazy loading sul vostro sito web.

Attivare cache e CDN

La cache è una tecnica che permette di memorizzare temporaneamente i dati di una pagina web sul dispositivo dell’utente, al fine di ridurre il tempo di caricamento e il consumo di energia quando l’utente visita nuovamente la stessa pagina. Potete attivare la cache sul vostro sito web tramite il file .htaccess o tramite dei plugin per WordPress, come WP Rocket o W3 Total Cache.

Il CDN (Content Delivery Network) è un sistema di server distribuiti in diverse aree geografiche, che permette di consegnare i contenuti del vostro sito web in modo più rapido e sicuro agli utenti che si trovano in zone lontane dal server principale. Il CDN riduce la latenza, il consumo di banda e il rischio di attacchi informatici. Potete usare dei servizi di CDN, come Cloudflare o KeyCDN, per migliorare la performance generale e ridurre il carico del server di hosting.

NOTA: potete scoprire altri strumenti utili nella nostra rubrica Web Tools.

Scegliere un hosting green

L’hosting è il servizio che vi permette di ospitare il vostro sito web su un server, che è una macchina che consuma energia elettrica e produce calore. Per ridurre l’impatto ambientale, potete scegliere un hosting green, ovvero un provider di hosting che utilizza fonti di energia rinnovabile per alimentare i suoi server, o che compensa le sue emissioni di CO2 con progetti di riforestazione o di efficienza energetica.

Scegliere un hosting sostenibile non solo vi aiuta a rendere il vostro sito web più ecologico, ma anche a migliorare la vostra reputazione online e a differenziarvi dalla concorrenza. Inoltre, alcuni fornitori di hosting offrono dei vantaggi economici, come sconti o crediti fiscali, per incentivare la scelta sostenibile.

Esistono diversi provider di hosting green, che offrono servizi di qualità, affidabilità e sicurezza, a prezzi competitivi: ne parleremo più diffusamente, unitamente ad alcune prove tecniche e recensioni, nelle prossime puntate.

Sostenibilità nel Web: Conclusione

In conclusione, adottare pratiche di sostenibilità nel web e implementare strategie per un sito eco-friendly non solo rappresenta una scelta responsabile verso l’ambiente, ma costituisce anche un vantaggio strategico per il vostro business online. L’ottimizzazione delle immagini, la scelta di un green hosting, l’utilizzo di CDN e l’implementazione di tecniche di cache contribuiscono significativamente a creare un ambiente digitale più leggero, veloce ed efficiente.

Attraverso la minificazione del codice, la gestione consapevole delle risorse e l’adozione di tecnologie sostenibili, il vostro sito web non solo migliorerà la sua performance, ma trasmetterà anche un forte messaggio di impegno ambientale. La sostenibilità non è solo una tendenza, ma una direzione cruciale per il futuro digitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.