Web Design, SEO & Social Media Marketing

Cerca
Close this search box.

Trend dei Nomi di Dominio

E se vi dicessimo che esistono nuovi trend per i nomi del dominio? Proprio così, esistono infatti dei domini detti di primo livello (TLD) non tradizionali come .tech, .io e .ap che stanno a poco a poco facendosi largo e guadagnando popolarità. Questi consentono alle aziende, ma anche ai singoli utenti, di trovare nomi di dominio più pertinenti e facilmente memorizzabili. Vediamo quindi di cosa si tratta.

Quando si parla di dominio di primo livello (TLD) si fa riferimento all’ultima parte dell’indirizzo di un sito WEB, spesso noto semplicemente come “estensione”. Si tratta di un vero e proprio identificativo di un sito WEB che aiuta a classificarlo e a identificarlo.

Trend Nomi di Dominio

Detto questo dovete sapere che esistono molti diversi tipi di TLD. Tra i più comuni e quindi più facili da incontrare, di seguito troviamo un elenco delle tipologie più comuni di domini di primo livello:

  • Generici domini di primo livello (gTLD): rappresentano una categoria di domini di primo livello comunemente usati per rappresentare vari siti WEB ed entità online. Si tratta di domini più generali con un’applicabilità più ampia rispetto ad altri TLD specializzati. Servono come suffissi o desinenze dei nomi di dominio, comparendo dopo il punto finale nell’indirizzo di un sito WEB;
  • TLD sponsorizzati (sTLD): si tratta di indirizzi speciali di siti WEB VIP in internet. Sono gestiti da organizzazioni specifiche che fungono da “custodi”. Gli sTLD seguono determinate regole e sono riservati solo a particolari gruppi o industrie; ad esempio esistono sTLD come .gov per i siti di agenzie governative, .edu per istituzioni educative e .museum per i musei;
  • Domini di primo livello nazionali (ccTLD): sono, per fare un esempio, simili a passaporti online per Paesi e territori in internet. Proprio come la bandiera unica di ogni Paese, i ccTLD rappresentano estensioni di dominio di due lettere che rappresentano una specifica area geografica. Ad esempio, possiamo avere l’estensione di dominio .us per gli Stati Uniti, .uk per il Regno Unito, .de per la Germania e .jp per il Giappone;
  • TLD riservati: si tratta di estensioni di dominio esclusive tenute da parte per scopi specifici. Non sono disponibili per la registrazione da parte di utenti regolari. Questi domini speciali hanno ruoli importanti, come il fatto di poter essere utilizzati per scopi tecnici o reti private. Non sarà possibile registrare questi domini con il Domain Name System (DNS);
  • TLD infrastrutturali (ARPA): si tratta di un dominio speciale utilizzato per scopi tecnici relativi all’infrastruttura di internet. È anche conosciuto come “dominio di primo livello di prova”. Questi TLD non sono destinati alla registrazione pubblica o all’utilizzo generale per un sito WEB. Il dominio ARPA è utilizzato principalmente per l’indirizzamento e la gestione dell’infrastruttura del protocollo Internet (IP), la ricerca DNS inversa e altri protocolli tecnici.

Oltre a questi TLD più comuni, esistono anche dei domini di primo livello non ufficiali (TLD) sono estensioni di dominio personalizzate prodotte in maniera indipendente. Non sono ufficialmente riconosciuti o gestiti dall’Internet Assigned Numbers Authority (IANA) o Internet Corporation for Assigned Names and Numbers (ICANN). Questi TLD non ufficiali sono solitamente utilizzati da gruppi specifici o individui che desiderano i propri indirizzi WEB univoci.

P.S. maggiori informazioni sulle TLDs sul sito TLD-List.

In conclusione, i nuovi trend dei nomi di dominio stanno apportando delle novità: soprattutto per coloro che sono in vista di realizzare un sito web potrebbero esserci delle occasioni interessanti per acquisire un nome di dominio più evocativo e facilmente memorizzabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.